Storia

L’anno millenovecentonovantacinque, il giorno nove del mese di aprile […] viene costituita una Associazione di volontariato, ex art. 14 codice civile senza scopo di lucro denominata Croce Verde Valdaso”.

Queste le parole con le quali ha avuto vita la nostra Associazione per mano e per volere di un gruppo di cittadini uniti in un comune sentire altruistico e volontaristico.

Costoro, presa coscienza di una situazione logistica che vedeva il nostro territorio sfornito di un servizio di emergenza in grado di intervenire nell’arco di pochi minuti, reputarono giustamente necessaria la creazione di un’Associazione in grado di far fronte a tale mancanza.

Da decenni a questa parte infatti il servizio sanitario pubblico, per gli oramai noti problemi finanziari, non si è più occupato direttamente delle emergenze sanitarie ricadendo tutta la gran mole di questo lavoro sulle spalle delle Associazioni di volontariato.

Prima del sorgere della Croce Verde Valdaso, quelle che operavano nel territorio dei comuni di Altidona, Lapedona e Pedaso erano Associazioni provenienti da Porto Sant’Elpidio o Fermo mediamente distanti circa venticinque km dal nostro territorio, talvolta non immediatamente disponibili poiché già impegnate nei loro e dunque non in grado di intervenire con quella tempestività che spesso si richiede e si confà ad un servizio di urgenza. Su questa superficie difficile ed incolta alcuni cittadini hanno piantato il seme della Croce Verde; subito il terreno si è rivelato fertile e l’iniziativa di pochi ha fatto si che fossero in tanti a fiorire. Tanti infatti sono coloro che nel corso di questi dieci anni hanno dedicato una parte, più o meno ampia, ma in ogni modo sempre significativa, della loro vita agli altri per mezzo dell’Associazione. Per questo è nata, è vissuta ed oggi continua a vivere la Croce Verde Valdaso, per essere da collettore fra tutti coloro che in varia maniera hanno bisogno di aiuto e chi, con elogiabile senso di altruismo, dedizione ed umiltà ha la forza e la volontà di tendere a costoro una mano. In questi anni di impegnativo cammino la nostra Associazione è cresciuta sotto i vari aspetti e in ognuno di essi è migliorata affinché il servizio offerto agli utenti possa essere improntato ad una sempre più accentuata professionalità.

L’impegno profuso, indirizzato in vari campi dell’assistenzialismo sanitario, ha visto crescere soprattutto l’efficienza del servizio di gestione delle emergenze sanitarie le quali, con l’oramai nota gestione delle stesse da parte della Centrale operativa provinciale del 118, sono oggi in grado di assicurare un invidiabile livello di qualità in linea con i migliori standard internazionali. Questo ovviamente ha richiesto agli addetti ai lavori un impegno e un sacrificio sempre più intensi dato il sempre maggiore affinamento delle tecniche di soccorso, ma si è sempre trattato di un impegno e di un sacrificio donati con passione considerata quella che spesso è la posta in gioco, la vita umana. Dunque un plauso d’onore va a tutti i volontari che, con la loro opera, in tutti questi anni hanno quotidianamente sorretto le colonne portanti della Croce Verde.
Oggi, volgersi alle spalle per valutare quanto è stato fatto è opera quanto mai necessaria, per imparare e per capire.
Ma la Croce Verde Valdaso deve e vuole andare avanti migliorando se stessa e il servizio offerto.
Un ringraziamento particolare va alla P.A. Croce Verde di Porto Sant’Elpidio che prendendo per mano l’Associazione, Le ha fatto da guida.

Altidona – Campofilone – Lapedona – Pedaso